Ricevi 130€ Senza Deposito!

gold

In tutte le email trovi un link per annullare l'iscrizione. Leggi la nostra Privacy e Cookie Policy.

Iscrizione
Dichiaro di avere compiuto 18 anni
Si, dò il mio consenso per ricevere aggiornamenti riguardo offerte promozionali via email da auraweb.it. Per maggiori informazioni su come noi e i nostri partner commerciali trattiamo i tuoi dati, consulta la Privacy and Cookie Policies.

Brexit: cosa cambia per i casino

Esperta in Comunicazione Web
26 Febbraio 2020
Conseguenze Brexit Casino

Uno degli avvenimenti che la fine del 2019 ci ha lasciato in eredità, riguarda quella che è stata ribattezzata come Brexit. Con un processo graduale ma già in atto da qualche settimana, i Paesi che fanno parte della Gran Bretagna hanno ufficializzato la loro fuoriuscita dall’Unione Europea. Il referendum che è andato in scena nei mesi scorsi ha fatto sì che il movimento indipendentista avesse la meglio su chi optava per una permanenza nella comunità continentale.

E così, a partire dal 31 gennaio scorso, si sono viste le prime spaccature tra la Gran Bretagna e i Paesi membri dell’UE. Sarà questo il momento in cui sarà più complicato restare al passo con i tempi, soprattutto per tutte le persone di nazionalità diversa da quella britannica, che vivono a Londra e nelle altre città coinvolte dal provvedimento. E anche dal punto di vista del gioco ci potrebbero essere delle grandi novità causate proprio dalla Brexit.

Ma andiamo a vedere nello specifico come il mondo del gaming assorbirà la botta ricevuta dall’uscita dei Paesi della Gran Bretagna dall’Unione Europea, in pochi semplici passi.

Gli effetti della Brexit sul gaming

Boris Johnson, al momento in cui la Brexit è divenuta un provvedimento ufficiale, ha vinto un lungo ed estenuante braccio di ferro che lo vedeva spingere verso un intervento più duro in ottica nazionalista. Ci sono già delle conseguenze – più o meno gravi – per le aziende che operano nel settore del gioco. Anche perché il Regno Unito rappresenta ancora il mercato più florido per quanto riguarda il gioco in Europa, e l’uscita dei suoi Paesi dall’Unione Europea non può essere visto come una mossa da poco.

Tre britannici su quattro giocano d’azzardo almeno una volta al mese e questo potrebbe essere un problema proprio per questo 74% di britannici. Anche perché al momento non c’è un accordo per l’uscita della Gran Bretagna dallo spazio economico dell’UE. Per questo motivo non è da escludere che aumentino le tariffe che i britannici saranno costretti a pagare sui prodotti e sulle materie importate dai Paesi membri dell’Unione (Italia e non solo). E tra questi prodotti possono rientrare anche le imprese che operano nel gaming, oltre al denaro da ritirare dalle aziende che operano negli Stati membri.

Ma ci sono altre leggi che potrebbero complicare il mercato del gaming extra-europeo per la Gran Bretagna. Esistono diverse aziende con sede legale nello Spazio Economico Europeo che hanno bisogno di persone residenti in uno Stato membro per poterle portare nel proprio organico di lavoro. Per questo motivo, diverse società di gaming che hanno sede, ad esempio, a Gibilterra e in altri territori di giurisdizione britannica, potrebbero valutare la possibilità di cambiare proprio il territorio in cui portare la sede.

Cosa cambia per chi gioca?

Ma non è solo la Gran Bretagna in quanto nazione a poter pagare un conto salato. Ovviamente, la Brexit può portare degli effetti anche ai giocatori. In primis il fatto che la sterlina, una volta ratificata l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione  Europea, potrebbe subire un duro colpo al cambio con l’euro o con il dollaro. Questo potrebbe voler dire, per gli utenti che giocano dalla Gran Bretagna, un netto ribasso del valore dei premi vinti, giocando a poker o a qualsiasi altro gioco da casinò.

A questo si aggiunga un aumento del dato di inflazione, che porterebbe a una crescita delle spese anche nelle singole giocate. Inoltre, per tutti i giocatori che invece giocano dagli Stati membri dell’Unione Europea, questi potrebbero non avere più accesso alle piattaforme di gioco che hanno sede legale in uno Stato che non rientra nello Spazio Economico Europeo. A meno che queste società non si attrezzino nel frattempo con una licenza per poter operare anche al di fuori dall’UE.

Slot del mese di Settembre
Hot
Peaky Blinders

Peaky Blinders

5/5
GIOCA ORA
Migliori Casino Bonus
SENZA DEPOSITO 75 Free Spin CON DEPOSITO Fino a 1.000€ + 50 Free Spin
  • Puntate alla Roulette a partire da 0,10 cent come base
  • Nuove slot machine in uscita ogni settimana
  • Programma bonus soddisfacente
5/5
Snai

Snai

Il miglior casinò
SENZA DEPOSITO 25€ Gratis CON DEPOSITO 100% fino a 1000€
SENZA DEPOSITO 30€ + 60 Free Spin CON DEPOSITO 100% fino a 300€
  • Slot machine da bar prodotte dalla Novomatic (come quelle dei casinò e dei bar).
  • Giochi del casinò disponibili anche in versione mobile.
  • E' possibile ottenere un bonus senza deposito di 30€ + 60 Free Spin tramite l'iscrizione.

Prossime notizie

!
La TRIS BONANZA DI AURAWEB
Fino a 1.395€ di Bonus + 200 Free Spins totali
Popup header image