1. Home
  2. »
  3. News
  4. »
  5. Corona Virus: casino chiusi

Corona Virus: casino chiusi

Francesca
Esperta in Comunicazione Web
Corona Virus e Casino terrestri: venezia e Sanremo

Il Coronavirus sta letteralmente paralizzando il nostro Paese. Tra la paura reale di un contagio che possa diffondersi a macchia d’olio sull’Italia e una psicosi che va fermata prima che sia troppo tardi, la diffusione del virus Covid-19 sta scatenando paura e panico tra i nostri connazionali. Fermo restando che, una settimana dopo la conoscenza del primo caso di contagio, si contano circa 300 persone positive ai test, su una popolazione che supera i 60 milioni di abitanti. Per questo motivo è necessario non ricorrere ai facili allarmismi.

Tuttavia, nel frattempo le strutture più importanti si stanno adeguando a quelle che sono le nuove disposizioni, sul piano dell’igiene e della sicurezza, per rendere ogni luogo un posto tranquillo da frequentare o nel quale trascorrere un po’ di tempo in assoluta tranquillità. È anche il caso dei casino italiani attualmente in attività, in particolare, quelli di Sanremo e Venezia. In entrambe le case da gioco si stanno prendendo tutte le precauzioni del caso per garantire i propri servizi senza dover avere delle limitazioni.

Andiamo dunque a vedere come nella Riviera ligure e nella Laguna ci si sta preparando ad affrontare la consueta affluenza di giocatori, a dispetto delle notizie allarmanti sul Coronavirus.

Casinò a prova di Coronavirus

Il casinò di Sanremo ha vissuto alcuni giorni particolarmente frenetici all’inizio del mese di febbraio. L’avvento del Festival della canzone italiana ha fatto sì, in maniera abbastanza inevitabile, che aumentassero di punto in bianco le presenze tra i tavoli della casa da gioco ligure, con un conseguente aumento anche delle entrate nelle casse del casinò. Ma pochi giorni dopo, la diffusione delle prime notizie sul Coronavirus ha quasi rischiato di vanificare gli sforzi fatti durante la settimana dedicata al Festival.

Il tutto nonostante il fatto che la Liguria sia stata una delle ultime regioni a far registrare casi di contagio, che sono comunque ancora da verificare con test un po’ più approfonditi. In ogni caso, i vertici del casinò di Sanremo non intendono inginocchiarsi di fronte alla psicosi e alla paura priva di fondamento. Per questo motivo è stato annunciato un nuovo provvedimento, che riguarda le fiches che vengono utilizzate in tutti i tavoli aperti sulla Riviera ligure.

Con la riapertura ordinata nella giornata di lunedì dopo il weekend di chiusura a scopo puramente precauzionale, a Sanremo si gioca con fiches igienizzate. I gettoni da gioco verranno sempre monitorati, e in caso anche sostituiti per consentire di effettuare una nuova procedura di igienizzazione. Nel frattempo, i croupier in servizio in ogni tavolo del casinò saranno muniti di salviette umidificate, dispenser di disinfettante in ogni tavolo e sapone in quantità sempre ampia per garantire il massimo grado possibile di igiene.

A Venezia si chiude

Se a Sanremo si lavora per garantire la sicurezza dei giocatori ma anche il regolare decorso delle giocate, a Venezia si opta per la soluzione drastica. Il casinò lagunare, nelle sue sedi di Ca’ Vendramin e di Ca’ Noghera, ha deciso di chiudere i battenti per tutta la settimana, con le regolari attività che riprenderanno il prossimo 2 marzo. Dunque fino a domenica non si potrà giocare presso i locali veneziani, a causa dell’ordinanza emessa dalla Regione Veneto per fronteggiare la presunta emergenza Coronavirus.

Sarebbero in dubbio anche gli svolgimenti di altre attività collegate al casinò lagunare, come la fiera dedicata proprio al settore del gioco, prevista per il prossimo 11 marzo sempre a Ca’ Vendramin. Gli organizzatori di questo convegno stanno discutendo per decidere se mantenere questa data per lo svolgimento dell’evento, oppure optare per un slittamento di qualche giorno. Intanto, come detto, il gioco a Venezia si ferma per qualche giorno, anche se per le casse della casa da gioco si tratterebbe di un altro colpo non da poco.

Come ben sappiamo, infatti, a Venezia si sta vivendo un momento di stasi abbastanza preoccupante. Gli eventi scarseggiano, il flusso di giocatori si è ridotto drasticamente rispetto ai tempi belli. Fermarsi di fronte a un virus che non si rivela così aggressivo rischia di essere un altro duro colpo assestato alla casa da gioco lagunare. Dunque i veneziani dovranno accontentarsi di giocare online con i loro giochi da casino preferiti…

ricevi email bonus casino
iscrizione email bonus casino
Registrati per ricevere informazioni interessanti
Iscriviti Ora
In tutte le email trovi un link per annullare l'iscrizione
Leggi la nostra Privacy e Cookie Policy

Grazie!
Non dimenticare di controllare la mail per confermare la tua iscrizione e ricevere il bonus!