Home
News
Tassazione vincite gratta e vinci, SuperEnalotto e slot

Tassazione vincite gratta e vinci, SuperEnalotto e slot

Esperta di Bingo, Lotto e Lotterie
Esperta di Bingo, Lotto e Lotterie
16 Maggio 2022
Tassazione vincite nei giochi d'azzardo

Se ti stai domandando quale sia e se esista una tassazione vincite gratta e vinci, Superenalotto o casinò in generale, allora, ti trovi sulla pagina giusta perché qui troverai le risposte alle domande che ti stai ponendo. Anche chi non gioca spesso, ma solo sporadicamente, si domanda quale sia la tassazione vincite che verrà caricata sui premi ottenuti dalla dea bendata. Tutte le vincite a qualsivoglia tipologia di gioco d’azzardo vengono tassate dallo stato. In questa pagina illustreremo in che modo e quanto, parlando in generale di tutti i giochi d’azzardo, ma con un occhio di riguardo verso la tassazione vincite Superenalotto e Gratta e Vinci.

Continua nella lettura per sapere tutto sulla tassazione vincite casinò!

Tassazione vincite Gratta e Vinci: come e quando devono essere pagate?

Tassazione vincite Gratta & Vinci

Riguardo alla tassazione vincite Gratta e Vinci vale lo stesso identico discorso fatto per la tassazione vincite SuperEnalotto: come previsto dalla legge 160/2019, dal primo marzo 2020 tutte le vincite d’importo superiore a 500 euro subiscono una tassazione del 20%, mentre al di sotto di tale somma le vincite sono esentate da tassa.

Esempio di tassazione vincite Gratta e Vinci

Per fare un esempio di tassazione gratta e vinci prenderemo in considerazione la più alta vincita registrata nell’ambito. Si tratta in questo caso di una vincita molto recente, parliamo di maggio 2022, ed è avvenuta a Mentana. Il fortunato in questione ha raggiunto una vincita di 2 milioni di euro, che fa sorridere anche il fisco. Infatti, data l’attuale normativa sulla tassazione vincite del Gratta e Vinci, il fisco incasserà il 20% (al netto dei primi 500 euro che sono esentasse), cioè quasi 400 mila euro.

Tassazione vincite SuperEnalotto: come e quando devono essere pagate?

tassazione vincite SuperEnalotto

É prevista una tassazione vincite SuperEnalotto e tale tassazione colpisce gli importi superiori a 500 euro, mentre al di sotto di tale somma le vincite sono esentasse. Questa tassa introdotta a partire dal primo marzo 2020 è pari al 20% su tutte le vincite superiori a 500 euro, mentre in precedenza la trattenuta fiscale era ferma al 12%, secondo quanto previsto dalla flat tax, adesso sostituita dalla legge 160/2019 che ha fissato la tassazione all’attuale 20%.

La tassazione vincite al SuperEnalotto appena descritta non si applica a giochi quali il Lotto e il 18 e Lotto, per i quali sono sempre tassati, a prescindere dall’importo vinto, rispettivamente l’8% e l’11% della somma vinta.

La tassazione vincite SuperEnalotto è uguale giocando online?

La tassazione vincite Superenalotto per quanto riguarda il mondo dell’online è calcolata in modo diverso rispetto alle altre fisiche. Infatti la tassazione delle vincite al SuperEnalotto online subisce una tassazione pari al 10%. Quindi, in questo caso, la tassazione vincite al SuperEnalotto si applica a tutte le vincite, a prescindere dagli importi, ma ha un importo più basso (10% anziché 20%). Inoltre, la tassazione SuperEnalotto in questo caso sarà la stessa per tutti gli operatori online. Questo significa che una vincita ottenuta su William Hill Casino o su SNAI Casino verrà tassata sempre al 10% e non oltre.

Esempio di tassazione vincite SuperEnalotto

Per effettuare un esempio concreto di tassazione vincite SuperEnalotto prenderemo in considerazione la vincita più alta della storia ottenuta a questo gioco. Registrata a Lodi il 13 agosto 2019 con una vincita pari a 209.160.441 milioni di euro, grazie al 6 centrato dal fortunatissimo vincitore con una schedina da 2 euro. Naturalmente la somma non è entrata per intero nelle tasche del fortunato vincitore, ma una fetta, in quell’anno pari al 12%, è stata incassata dal fisco. Esattamente, togliendo la franchigia sui primi 500 euro, il fisco incassò più di 25 milioni di euro.

Da allora non sono stati registrati altri 6 netti e, a oggi, il jackpot ha superato i 200.000.000 euro. La vincita più consistente raggiunta dopo l’entrata in vigore della più alta tassazione sulle vincite al SuperEnalotto è avvenuta nelle Marche a Montappone, quando facendo 4 con una schedina da 2 euro, il fortunato marchigiano conquistò la bella somma di 156.294.151,36 milioni di euro. Con la nuova tassazione SuperEnalotto al 20%, esentando i primi 500 euro, il fisco ha incassato ben più di 30 milioni di euro!

Esiste anche una tassazione vincite slot?

Tassazione vincite slot

Naturalmente, esiste anche una tassazione vincite slot sia fisiche che online. Per quanto riguarda le slot machine fisiche, secondo quanto previsto dal decreto dignità, dall’1/11/2018 si applicava una tassazione slot pari al 19,25% sulle vincite e del 6,25% sulle vincite delle VLT. Successivamente si è andati aumentando, passando rispettivamente al 19,6% e al 6,65% nel 2019, al 19,68% e al 6,68% nel 2020, fino ad arrivare all’attuale tassazione vincite fissata al 19,7% e al 6,75% (a partire dall’1/01/2021). A partire dal primo gennaio 2023 è, invece, previsto un leggero calo: 19,6% per la tassazione vincite slot e 6,6% per le slot VLT.

Per quanto riguarda i casino online AAMS e la relativa tassazione vincite slot machine (e tutti gli altri giochi online) subiscono una tassa pari al 25%. A primo impatto si potrebbe pensare che la tassazione ai giochi d’azzardo online sia più alta dell’offline, ma bisogna anche considerare che i payout medi dell’online sono molto più alti.

Tassazione vincite: SuperEnalotto, gratta e vinci in aumento

Originariamente la tassazione vincite anche detta tassa sulla fortuna era veramente irrisoria: l’1%, come previsto dalla legge 699/1967. L’aliquota è poi passata al 6% per poi raddoppiare in seguito all’entrata in vigore del d.l. 50/2017 (flat tax), che ha fissato a partire dal primo ottobre 2017 l’aliquota di tassazione sulle vincite al SuperEnalotto e Gratta e Vinci al 12% (ma solo per le vincite superiori a 500 euro). A partire dal primo marzo 2020 la tassazione vincite SuperEnalotto e Gratta e Vinci è ulteriormente aumentata (è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il d.l. numero 34 denominato Decreto Rilancio), arrivando al 20% su importi superiori a 500 euro. Perché questo aumento sulla tassazione vincite? Si tratta d’interventi a sostegno del reddito e dell’occupazione.

L’articolo 217 è dedicato al “Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale” denominato anche “Salvacalcio” che sarà finanziato da un nuovo prelievo sulle scommesse.

La nuova tassa, dunque, è stata fissata allo 0,50% degli incassi e non più allo 0,30% relativo all’ultima versione. Questa entrerà in vigore dalla data di pubblicazione del decreto e sarà valida fino al 31 dicembre 2022. Il finanziamento del Fondo, inoltre, non potrà essere di una somma inferiore ai 40 milioni di euro per il 2020 e 50 milioni di euro per il 2021 e 2022. Il governo, dunque, punta a ottenere circa 90 milioni di euro dalla tassa sulle scommesse per finanziare la ripresa dello sport nel paese. Ma, se tutte le varie competizioni sportive non dovessero ripartire a breve viene difficile pensare che questa somma possa essere raggiunta con facilità.

L’applicazione di questa tassa andrà a colpire le scommesse relative a eventi sportivi di ogni genere anche in formato virtuale effettuate in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo.

Il governo, all’interno del dossier del Decreto Rilancio ha spiegato le motivazioni che hanno portato a fissare la tassa sugli incassi delle scommesse allo 0,50%. Prima su tutte le perdite che ha subito lo sport in questo periodo di a causa dell’emergenza che ha colpito l’intero paese. Per questo settore le perdite sono stati ingenti e si attestano alla cifra “monstre” di 75,3 milioni nel mese di marzo più altri 20 in quello di aprile. Il mondo dei bookmaker, invece, pur perdendo con le scommesse sportive è riuscito a tenere botta grazie all’esplosione del poker online.

Il Governo, inoltre, ha optato per questo contributo prendendo come riferimento quanto guadagnato dalle scommesse nel 2019 ovvero 10,4 miliardi di euro. Ma, a causa dell’arresto forzato, con la stragrande maggioranza dei campionati sportivi si è stimato che gli incassi del 2020 potrebbero perdere 1.4 miliardi di euro.

Tassa sulla vincita: i settori più colpiti

Una delle categorie di scommesse che potrebbe patire maggiormente il prezzo di questa nuova tassa sulle scommesse sportive è il betting exchange con un malus pronto a toccare il 111%. Questa modalità, infatti, prevede che l’utente possa comportarsi da normale scommettitore oppure prendere le vesti del banco.

Nel betting exchange, dunque, la tassazione complessiva arriverebbe a superare i guadagni. Ma com’è possibile questo? Come spiegato dal Sole 24 Ore: “Su ogni 100 euro raccolti il betting exchange ha una marginalità media di 55 centesimi, ma tra prelievo ordinario e quello straordinario dello 0,5% per finanziare la Cig dei calciatori il Fisco stacca una cedola da 61 centesimi andando a compiere un cappotto fiscale del 111 per cento.” La tassazione su questa tipologia di scommesse, dunque, passerebbe dall’attuale 24% al 111% comportando una perdita abnorme per gli operatori.

Domande frequenti sulla tassazione vincite Supernalotto, Gratta & Vinci e slot

La tassazione è diversa per le vincite online?

si. Per il SuperEnalotto e il Gratta e Vinci è pari al 10%, invece del 20%.

Devo pagare il notaio per riscuotere una vincita?

Se si vuole mantenere l’anonimato per vincite elevate si.

In Europa la tassazione vincite è più bassa?

Decisamente si. L’Italia è il paese con la tassazione sulle vincite da gioco più alta in Europa.

Francesca Autrice Auraweb
Francesca P.
Esperta di Bingo, Lotto e Lotterie
Francesca è la nostra redattrice che si occupa principalmente di Bingo e Lotterie. I suoi articoli e recensioni sono informativi, ma allo stesso tempo piacevoli da leggere.

Prossime notizie

Seleziona l'operatore per avviare il calcolo
Snai Casino
  • Leovegas
  • PokerStars Casino
  • Vincitu
  • Tombola.it
  • Netbet
  • Sisal Casino
  • NoviBet
  • WinCasino
  • Starcasino
  • Lottomatica
  • GoldBet Casino
  • OlyBet
  • Starvegas
  • William Hill Casino
  • Casino Mania
  • Fastbet
  • FANTASYTEAM
  • SportItaliaBET Casino
  • Party Poker
  • Gioco Digitale Bingo
  • Bwin
  • Bbet Casino
  • Planetwin365 Casino
  • Best In Game
  • Betaland Casino
  • Sisal Bingo
  • Eurobet Bingo
  • Lottomatica Bingo
  • Snai Bingo
  • Betn1 Casino
  • Codere Casino
  • Videoslots
  • Unibet
  • Betflag Bingo
  • Betflag
  • Gioco Digitale
  • Casino.com
  • Voglia Di Vincere
  • Eurobet
  • William Hill Bingo
  • Betclic
  • Betfair
  • 888 Casino
  • Betway
Percentuale Bonus 100 %
Requisiti di Scommessa 20
00 Soldi Gratis
00 Denaro Totale
00 Importo da Scommettere
VAI BONUS Snai Casino